Le società sportive con Papa Francesco

Roma, Piazza San Pietro - 7 giugno 2014

« Torna indietro

07/12/2013 - 7 giugno: Papa Francesco incontra le società sportive

Assisi 7 dicembre - Sei mesi separano il Csi da un appuntamento eccezionale per le società sportive di tutta Italia. Il 7 giugno avranno la possibilità di incontrare a Roma, in piazza San Pietro, papa Francesco, in occasione di un meeting promosso dal Centro Sportivo Italiano, che in quel giorno celebrerà il 70° di fondazione.

Ne ha dato l'annuncio ad Assisi, dove è in corso la convention di fine anno per dirigenti e quadri dell'Associazione, il presidente nazionale Massimo Achini.

L'appuntamento conferma e rinnova una lunga tradizione di casa Csi, che nel corso della sua storia si è stretto più volte intorno ai pontefici in occasione delle proprie ricorrenze fondamentali.

Indelebile resta il ricordo del decennale del 1955, con decine di miglia di atleti arrivati a Roma da ogni angolo della Penisola, per fare festa alla presenza di Pio XII in piazza San Pietro, trasformata in parte in un campo per esibizioni sportive. L'ultimo incontro è avvenuto dieci anni fa, con Giovanni Paolo II, in un'Aula Paolo VI gremita all'inverosimile dal popolo Csi. 

Nel corso di questi incontri i pontefici hanno sempre regalato al Csi e allo sport italiano messaggi rimasti come pietre miliari per la costruzione di una pratica sportiva ricca di senso, sempre più umana e umanizzante. C'è già grande attesa per quanto dirà Francesco, di cui è nota l'attenzione al mondo dello sport.

"Ci presenteremo a Roma il 7 giugno - ha detto ad Assisi il presidente Achini - con grande emozione per il regalo fattoci dal Papa accettando ci incontrarci. È il modo più bello di celebrare il nostro 70ennio.

Protagonisti saranno i ragazzi, i dirigenti, gli allenatori delle società sportive di tutta Italia. Vogliamo riempire la piazza con i colori delle tute di tutte le società sportive e con la passione educativa che ogni giorno scende in campo su migliaia di campetti di parrocchia e di periferia di tutto il Paese.

Tutti gli sportivi devono sentirsi "convocati" per il 7 giugno. Dopo 70 anni di quotidiano impegno educativo per il Csi non sarà solo un traguardo ma una tappa fondamentale nel nostro cammino missionario di educare i giovani attraverso lo sport".

Gli fa eco nel capoluogo francescano il consulente ecclesiastico nazionale del Csi, don Alessio Albertini. "E' davvero bello che dopo il mondo del professionismo, il Papa abbia voglia di incontrare le società sportive di base fino all'ultima società, all'ultima periferia. Dimostrazione enorme di quanto creda nello sport come promozione di umanità".